Approvvigionamento energetico di massima importanza!

14.09.2022

Ogni giorno, i media riferiscono di un’imminente carenza di energia.

La mancanza di approvvigionamento di gas dalla Russia, i guasti temporanei di quasi la metà delle centrali nucleari francesi, combinati con capacità di produzione generalmente insufficienti, hanno sempre più acuito la situazione. Attualmente siamo tutti confrontati con la sfida a fare tutto il possibile per evitare una possibile carenza di energia!

Secondo Ostral, sono previsti degli scenari di vario grado: in primo luogo, vengono fatti appelli al risparmio energetico alla popolazione. Se ciò non bastasse, saranno vietati i dispositivi e le strutture non assolutamente necessari e ad alta intensità energetica. In un ulteriore passo, il Consiglio federale assegnerà delle quote ai grandi consumatori. Di conseguenza il consumo di energia dovrà essere ridotto di una determinata percentuale; in caso contrario è prevista una multa. Come «ultima ratio», l’alimentazione elettrica verrebbe interrotta a rotazione per diverse ore, con tutte le aree della rete di distribuzione interessate in egual misura. Le aziende «di rilevanza sistemica», come erano state definite durante la pandemia, non sono state attualmente stabilite.

Per molte aziende, queste possibili misure comportano anche delle paure esistenziali. Molte aziende del settore della carne risentirebbero soprattutto del sistema delle quote e delle chiusure cicliche dovute a possibili interruzioni delle catene del freddo e dei processi nei macelli, nonché dei massicci aumenti dei prezzi.

Ampia gamma di attività
I rappresentanti dell’UPSC partecipano da mesi in modo inequivocabile e con determinazione alle discussioni sia a livello delle organizzazioni mantello delle imprese che al più alto livello politico. Insieme, coordinati e in stretta collaborazione con l’Usam e altre organizzazioni, facciamo notare in modo mirato gli effetti delle misure sull’approvvigionamento della società e, d’altra parte, illustriamo gli imminenti oneri aggiuntivi per il nostro settore della carne! In effetti, anche se non è facile attribuire una priorità tra le aziende in base alla situazione tecnica delle reti elettriche, dev’essere chiaro che la fornitura di carne fa parte dell’approvvigionamento di base della nostra società – un dato di fatto che giustifica chiaramente una classificazione del settore della carne come parte prioritaria della nostra economia, persino da proteggere! (ic)

Ivo Bischofberger, Presidente
Ruedi Hadorn,  Direttore